Fillers

Fillers e medicina estetica

 

 

 

 
 Filler ed il loro utilizzo in medicina estetica

Cosa sono i filler 
 

Le possibilità offerte dalle tecniche di ringiovanimento, di rapida applicazione hanno fortemente contribuito alla popolarità delle tecniche iniettive con utilizzo di materiali biocompatibili per contrastare i processi di invecchiamento del volto e del collo.

Attualmente esistono in commercio numerose sostanze riempitive comunemente denominate filler , le quali posseggono caratteristiche diverse l'una dall' altra , diverse indicazioni e diverse modalità di impianto.

Il termine filler deriva dall'inglese "to fill" che significa "riempire" e sta ad indicare una serie di sostanze biocompatibili con le quali è possibile ottenere una distensione delle depressioni cutanee attraverso la loro introduzione nel derma e nel sottocutaneo.

I dfiller attualmente in commercio sono classificati sulla base della loro durata e del loro riassorbimento.

- A totale riassorbimento

- A parziale riassorbimento (semipermanebti)

-Non riassorbibili

 

 

 

 


Visita preliminare


Ritengo molto importante un colloquio preliminare in quanto si riesce a capire le fondamentali problematiche estetiche lamentate dalla paziente, in modo da dare consigli e informazioni su quale sostanze utilizzare, loro vantaggi e svantaggi., costi e frequenza delle applicazioni ,in quanto essendo sostanze riassorbibili è necessario per conservare l’effetto ripeterle nel tempo.


Tecnica, risultati e ripresa delle normali attività dopo utilizzo dei filler

Il trattamento di solito si effettua previa una applicazione di una crema anestetica 20 minuti prima sulla zona da trattare.

Le infiltrazioni con la sostanza scelta necessitano di circa 15-20 minuti. Immediatamente dopo si può ritornare alla normale vita sociale tenendo conto che comunque è meglio riapplicare trucchi o rossetto almeno 6-8 ore dopo il trattamento..


Classificazione dei filler.


Una classificazione generale potrebbe essere quella di suddividerla in prodotti riassorbibili e prodotti permanenti o semipermanenti


Filler riassorbibili


Acido ialuronico- hylaform –Belotero-Restyline-Hydrafill-Tyosial

Collagene – Zyplast Zyderm –Evolence

Acvido polilattico – New fill- sculptra

 

Permanenti- Artecoll- Acquamid

Filler riassorbibili

Acido ialuronico - E’ una molecola di zucchero presente in abbondanza sulla pelle e si comporta come una spugna: attira l’acqua e assicura idratazione e tonicità; purtroppotale sostanza diminuisce con il passare degli anni e quindi è necessario reintegrarla mediante infiltrazioni nel derma.

Di solito gli acidi ialuronici in base alla loro preparazione è densità si utilizzano per riempire rughe sottili o poco profonde, lievi depressioni, o per ridisegnare il contorno delle labbra.

La durata del risultato di solito varia dai 4 agli 8 mesi e non ci sino effetti collaterali significativi.


Collagene – sono delle proteine fibrose presenti in abbondanza nel tessuto cutaneo e anche queste con il tempo tendono a diminuire. Per reintegro mediante infiltrazioni dermiche si utilizza collagene di estrazioni bovina, suina o negli ultimi tempi anche di estrazione umana.

Le indicazioni sono quelle per il riempimento di rughe lievi e medie e l’aumento del volume delle labbra.

Anche in questo caso la durata della sostanza varia dai 3 ai 6 mesi : Non provocano effetti collaterali importanti purchè si faccia un preliminare test di prova almeno per quelli di estrazione animale.

Acido polilattico- l’acido polilattico è una sostanza riassorbibile derivante dall’amido di sintesi chimica.

Si può considerare una via di mezzo tra un filler e un bioristrutturante : La sua indicazione è il riempimento delle aree scavate o depresse del viso o solchi naso genieri o per l’aumento degli zigomi.

La sua applicazione richiede particolare accortezza in quanto la sostanza va preparata e miscelata in un dosaggio preciso e le infiltrazioni di questa vanno fatte nel sottocutaneo

La durata dell’effetto è senz’altro più lunga rispetto ad altre sostanze riassorbibili potendo durare questo anche 2 anni per poi ripeterlo.
Sostanze non riassorbibili - sono di solito formati da microsfere di acrilico sospese in acqua,o in acido ialuronico.

Filler non riassorbibili - sono di solito formati da microsfere di acrilico sospese in acqua,o in acido ialuronico.

L’indicazione è il riempimento di rughe profonde, solchi nasogenieni, piccole depressioni

La durata è senz’altro più lunga in quanto si tratta di sostanze permanenti o semipermanenti.
 

  Gli effetti collaterali

 

Gli effetti collaterali più comuni, di frequente riscontro per quasi tutti i filler,sono costituiti da ritema transitorio in prossimità del punto di impiantoe che si risolve in genere nell'arco di poche ore.

Gli effetti collaterali più importanti sono costituiti dall'infezione e dalla reazione granulomatosa che si notano prvalemtemente in caso di sostanze non riassorbibili.

la prevenzione è senz'altro un arma importante per la riduzione dei rischi , ed essa si basa su tre punti fondamentali

1) Il corretto approccio clinico con le giuste indicazioni al tipi di inestetismo da trattare.

2) Adeguata informazione del paziente, anxhe su corrette norme igieniche da rispettare nel periodo post impianto e nell'eventuale terapia antibiotica da asumere

3) Appropriata scelta del filler in relazione al tipo di inestetismo da trattare.