Esame istologico-Recettori

ESAME ISTOLOGICO DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

Hai fatto una biopsia della mammella e hai ritirato il referto dell'esame istologico?

Qui puoi leggere qualcosa  ed avere alcume informazioni per iniziare ad orirntarti , fermo restando che ne devi poi parlare con il chirurgo senologo di riferimento per avere un quadro più completo.

I tumori della mammella derivano prevalentemente dall'epitelio e quindi sono detti Carcinomi.

Per il 75% derivano dall'epitelio dei dotti e per questo detti DUTTALI.

Per un 15% derivano dall'epitelio dei lobuli e per questo denominati LOBULARI.

Il restante 10% sono tumori molto rari e derivano dal tessuto connettivo come ad esempio i SARCOMI

L'assetto recettoriale di cui avrai risposta nell'esame stologico  per caratterizzare i tumori della mammella studia i recettori ormonali( estrogeno e progesterone ) la presenza di un recettore di membrana detto Her2 e il KI67.

 

I recettori ormonali -Her2-triplo negativo

 I recettori ormonali   nel tumore della mammella

  • Tutti i tumori della mammella vengono studiati per i recettori per estrogeni, progesterone e HER2.
  • I risultati di questi test indicheranno se determinati trattamenti, in particolare terapie ormonali e trattamenti chemioterapici, potrebbero essere appropriati in base allo stato recettoriale del  tumore al seno.
Stato dei recettori ormonali
  • I recettori di estrogeni e progesterone sono proteine ​​presenti sulla superficie delle cellule del seno.
  • Questi recettori sono presenti nelle cellule sane del seno e aiutano a controllare il modo in cui crescono le cellule del seno, ma nel 70% dei tumori al seno i recettori sono sovraespressi. Questi tumori sono chiamati ormonosensibili , il che significa che gli estrogeni e il progesterone possono attaccarsi ai recettori e alimentare la crescita del cancro.
  • I tumori al seno sensibili agli ormoni possono essere:

   positivo al recettore dell'estrogeno e positivo al recettore del progesterone (ER +, PR +)
   solo positivo al recettore dell'estrogeno (ER + PR -)
   solo positivo al recettore del progesterone (ER-PR +)
  • Anche se le cellule tumorali mostrano solo un basso livello di sensibilità ormonale, la terapia ormonale può aiutare a ridurre il rischio che il cancro si ripresenti impedendo agli estrogeni di stimolare la crescita delle cellule tumorali.
  • I tumori con recettori degli estrogeni negativi (ER- PR-) hanno pochi o nessun recettore ormonale, quindi non rispondono alla terapia ormonale.
  • È ormai noto che alcuni tumori al seno possono modificare il loro stato recettoriale ormonale nel tempo, cambiando da positivo a negativo o viceversa. Se il cancro si ripresenta, i test verranno nuovamente eseguiti.


Recettori HER2- Cosa sono?
  • Il gene HER2 (Human Epidermal Growth Factor Receptor 2) ha un ruolo nel controllo della crescita delle cellule normali del seno.
  • Il gene è anche noto come HER2 / neu o ERB2 e produce proteine ​​(recettori) che si trovano sulla superficie delle cellule del seno . Tuttavia, in circa il 20% dei tumori al seno, il gene produce troppe copie di se stesso. Questa si chiama amplificazione HER2 e porta alla creazione di troppi recettori HER2. Questa sovraespressione dei recettori provoca la divisione e la crescita delle cellule tumorali ad un ritmo molto più rapido.
  • Il carcinoma mammario HER2-positivo è qualsiasi tipo di tumore al seno che risulta positivo alla sovraespressione di HER2.
  • I tumori al seno HER2-positivi tendono ad essere più aggressivi dei tumori HER2-negativi e sono spesso meno sensibili alla terapia ormonale. La malattia HER2-positiva aveva in passato una prognosi infausta, ma lo sviluppo di trattamenti mirati ha migliorato significativamente i risultati. Ad esempio, la chemioterapia e l'Herceptin (un trattamento che mira specificamente al recettore HER2), somministrati insieme, hanno dimostrato di ridurre il rischio di recidiva di circa la metà rispetto al trattamento con la sola chemioterapia.
  • Il trattamento per il carcinoma mammario HER2-positivo in genere comporta generalmente chirurgia, chemioterapia ed Herceptin e può includere radioterapia e terapia ormonale.

Cancro al seno triplo negativo
  • Il carcinoma mammario triplo negativo (TNBC) è un tumore al seno che risulta negativo per tutti e tre i recettori (estrogeno, progesterone e HER2). Circa il 15% dei tumori al seno è triplo negativo. Questo tipo tende a verificarsi più comunemente nelle donne in pre-menopausa e nelle persone con un gene BRCA1 difettoso.
  • Le persone con TNBC non traggono beneficio dal trattamento con tamoxifene, inibitori dell'aromatasi o Herceptin in quanto i tumori mancano dei recettori che questi trattamenti hanno come bersaglio. Non ci sono attualmente trattamenti mirati per questa forma di cancro al seno, anche se molti nuovi farmaci sono stati studiati negli studi clinici. Il trattamento consiste in chirurgia, chemioterapia e spesso radioterapia.
  • Nella maggior parte dei casi, TNBC è molto reattivo alla chemioterapia, che può essere somministrata prima o dopo l'intervento chirurgico. Il tumore mammario triplo-negativo  ha un rischio più elevato di recidiva al di fuori del seno nei primi due-cinque anni, ma un rischio minore dopo 5-8 anni rispetto ad altre forme di cancro al seno.

 

Appuntamento per Visita senologica

 

                  Prof. Massimo Vergine

       Responsabile Unità Operariva Complessa della CHIRURGIA DELLA MAMMELLA

 

Prenota la tua visita nell' Ambulatorio di Senologia

del Policlinico Umberto I

tel: 064997804  (lun-ven. ore 9-13)

( con prescrizione di visita senologica  del medico curante)

Visita intramoenia :

Studio One day medical center

Tel: 0645212038                                                            

  Cellulare : 3396166430       

MAIL  massimo.vergine@uniroma1.it